top of page

Le orchidee del genere Himantoglossum in provincia di Vicenza

Il genere Himantoglossum è rappresentato nel Vicentino da due specie: l’orchidea di Robert (Himantoglossum robertianum) e il barbone adriatico (Himantoglossum adriaticum).

Sono piante erbacee perenni la cui parte aerea può arrivare al metro di altezza. L’apparato radicale è composto da due tuberi ovoidali carnosi che hanno sia funzione di immagazzinare sostanze nutritive che di produrre le gemme necessarie allo sviluppo della pianta. Durante la stagione invernale la pianta non presenta parti aeree. A primavera dai tuberi iniziano a spuntare le prime foglie, disposte a rosetta basale. Successivamente si svilupperà il fusto, anch’esso provvisto di foglie, sulla cui sommità si formerà poi un’infiorescenza a forma di spiga, composta da una trentina di fiori. I fiori sono ermafroditi e possono quindi autoimpollinarsi.

Questo genere è a distribuzione prevalentemente sub-mediterranea; sono piante tipiche dei margini boschivi e dei prati aridi, su substrato calcareo e in terreni piuttosto sassosi.


L’orchidea di Robert, chiamata anche Barlia robertiana, è la prima orchidea dell'anno che spunta sul nostro territorio a fiorire. Molto comune nelle regioni del Sud Italia, sta avendo una rapida espansione anche alle nostre latitudini a causa del surriscaldamento climatico.

Presenta foglie carnose di forma ovata, di colore verde chiaro. Sul fusto, alto dai 20 ai 50 centimetri, si sviluppa un’infiorescenza dapprima conica e poi, a piena fioritura, cilindrica. I fiori sono grandi, di colore verde violaceo; il labello è trilobato, di colore rosa violaceo con numerose macchie color porpora nella parte centrale.

Malgrado il fiore non produca nettare, l’impollinazione è entomofila: gli insetti (soprattutto bombi e api legnaiole) vengono attirati dalla melata di particolari afidi (Dysaphis tulipae) che li colonizzano.

In provincia di Vicenza fiorisce da febbraio. Predilige i prati magri, i cespuglieti e i boschi radi, ma non è raro trovarla ai bordi delle strade, in punti soleggiati.



Il barbone adriatico è una pianta erbacea alta dai 20 ai 80 centimetri. Presenta 6-10 foglie basali di forma lanceolata disposte a rosetta e sullo stelo nascono alcune foglie che diminuiscono di dimensione man mano si sale verso l’apice. L’infiorescenza è lassa, formata da 15 a 50 fiori di colore porpora con una fascia centrale bianca nella parte interna, mentre esternamente sono verdastri. Il labello è trilobato, il lobo centrale, lungo fino a 6 centimetri, è allungato, spiralato e termina con due punte (a coda di rondine). I lobi laterali sono più corti e di colore porpora.

L’impollinazione è entomofila. Nel Vicentino fiorisce da maggio a giugno e la si può trovare in prati e pascoli, nelle radure ai margini di boschi e arbusteti e ai bordi delle strade, in punti soleggiati. Predilige un terreno calcareo.




Testo di Marco Vicariotto, foto di Marco Vicariotto e Mauro Fioretto


Comments


bottom of page